Parco della Caffarella

Regolamento

Il campo di gioco

Il campo di quidditch è rettangolare di dimensioni di 60 x 33 metri. I giocatori non sono autorizzate a calciare i palloni fuori dal campo né è consentito giocare nell’area spettatori (tutto lo spazio che circonda il campo da gioco). Ai giocatori è chiesto di tornare in campo quando il gioco continua fuori dalle linee.

A bordo campo ci sono due panche alle quali i giocatori vengono inviati in caso di cartellini, per trascorrervi uno o due minuti in base alla penalità.


Procedura di gioco

Ogni partita inizia con 6 giocatori lungo la linea di partenza (il cercatore parte dopo), nella zona del portiere, con le scope a terra e le quattro palle allineate al centro del campo. L’Arbitro principale grida “Brooms up!” (in italiano “Su le scope!”) e a questo segnale ogni giocatore corre per entrare in possesso dei palloni. A 17 minuti di gioco, i cercatori si dirigono nei pressi del campo di gioco fino alla fine della “soglia cercatori” (di 18 minuti), al termine della quale entrano in gioco per cercare di prendere il boccino.

Il ritmo del gioco è veloce, con rapidi passaggi della pluffa e ad ogni goal segnato (10 punti) contro la squadra avversaria fornisce a questa il possesso di palla. Una volta che un goal è segnato, la pluffa deve essere data al portiere della squadra avversaria e l’azione riparte. Una partita dura generalmente tra i 20 ed i 40 minuti, a seconda dell’abilità e della resistenza dei cercatori e del boccino.Il ritmo del gioco è veloce, con rapidi passaggi della pluffa e ad ogni goal segnato (10 punti) contro la squadra avversaria fornisce a questa il possesso di palla. Una volta che un goal è segnato, la pluffa deve essere data al portiere della squadra avversaria e l’azione riparte. Una partita dura generalmente tra i 20 ed i 40 minuti, a seconda dell’abilità e della resistenza dei cercatori e del boccino.

La partita viene vinta da una delle due squadre solo dopo che il boccino è stato catturato con un’azione regolare, e la squadra che ha catturato il boccino si aggiudica 30 punti. La squadra vincitrice è determinata non dalla cattura boccino ma dal numero di punti accumulati, quindi non è difficile vedere squadre che stanno perdendo con ampio margine, spingere per la cattura del boccino per terminare il gioco.


La regola del “Massimo quattro”

In una partita di quidditch è necessario che ogni squadra abbia massimo quattro giocatori in campo che si identifichino nello stesso genere. Con l’entrata del cercatore in campo, il limite aumenta a cinque. Il genere con cui un giocatore si identifica è considerato il genere di quel giocatore, che può o non può essere lo stesso sesso della persona. Questa è la regola del “massimo quattro”. Il regolamento accetta coloro che non si riconoscono nel sistema binario di genere, e riconosce che non tutti i giocatori si possono identificare come maschio o femmina. Nel quidditch le persone di tutte le identità e generi sono benvenute.


Falli e Gioco Scorretto

Ci sono numerosi falli e azioni illegali che un giocatore può commettere, che corrispondono a diversi gradi di penalità nei confronti di un giocatore, dal semplice avvertimento al cartellino blu o giallo, fino cartellino rosso che prevede l’espulsione permanente dalla partita.

Le regole di contatto sono piuttosto semplici e sono simili a quelle previste per altri sport di contatto. I placcaggi sono legali tra le ginocchia e le spalle. i giocatori possono affrontare solo altri giocatori che ricoprono lo stesso ruolo (considerando i portieri come cacciatori) se in possesso di palla. Le spinte sono consentite. Il contatto iniziato alle spalle è illegale, ma è considerato pulito se il ricevente corre durante l’azione e poi si gira di spalle subito prima del contatto.

Dopo diverse azioni di gioco illegali, l’arbitro principale fischia due volte per indicare l’interruzione del gioco, ogni giocatore dovrà far cadere la scopa ed un eventuale palla in suo possesso.

Con un cartellino blu, il giocatore cui è indirizzato va in panca puniti per 1 minuto, o fino a quando la sua squadra subisce un goal. I giocatori non possono effettuare sostituzioni dalla panca puniti, anche se, nel caso in cui ad un portiere viene assegnata una penalità, dovrà scambiarsi la fascia con un cacciatore poiché ogni squadra deve avere un portiere in campo in ogni momento. Non è cumulativo.

Il cartellino giallo comporta la stessa sanzione di un blu, ma con la differenza che due cartellini gialli in una partita comportano un rosso.

Quando viene dato un cartellino rosso, il giocatore che ha commesso il fallo viene allontanato dall’area di gioco e dev’essere sostituito da qualcun altro della sua squadra, che trascorrerà al posto suo 2 minuti in panca puniti, e non gli è permesso di rientrare in campo anche se la sua squadra subisce un goal.


Gli arbitri

Ad ogni partita ufficiale è necessario avere diversi arbitri presenti, nonché un boccinatore ufficiale. Gli arbitri sono:

  • 1 Head Referee (arbitro principale), il cui compito è quello di controllare il campo e amministrare falli e cartellini blu/gialli/rossi per segnalare i giocatori;
  • 2 Assistant Referees (assistenti arbitrali), che supportano l’arbitro principale nell’osservare irregolarità nel gioco, concentrandosi generalmente sul gioco dei bolidi;
  • 1 Snitch Referee (arbitro del boccino), che segue il boccinatore e determina se la cattura del boccino è valida;
  • 2 Goal Referee (arbitri degli anelli), il cui compito è quello di determinare se la palla ha attraversato o no l’anello;
    Scorekeeper e Timekeeper, che gestiscono rispettivamente il punteggio e il tempo di gioco.

Gli arbitri segnalano quando un giocatore viene colpito da un bolide avversario in modo corretto gridando “beat” (in italiano “colpito”).

Il boccino è un giocatore neutrale e dal momento che non appartiene a nessuna delle due squadre, anche la sua opinione serve ad aiutare gli arbitri a stabilire o meno se la presa del boccino è valida.