Parco della Caffarella

Storia

SPQR Quidditch Roma, nota anche semplicemente come SPQR è nata il 18 febbraio 2012, quando il gioco del muggle quidditch si affacciava per la prima volta in Italia.

La squadra è nata con l’obbiettivo di rappresentare la città durante le competizioni nazionali e di diventare un polo fondamentale della diffusione e sviluppo di questo sport. Ancor prima della nascita di una associazione italiana, l’SPQR è stata riconosciuta dalla IQA “International Quidditch Association” come membro ufficiale tra le principali squadre in attività a livello mondiale. Qualche mese dopo, l’SPQR divenne una delle quattro squadre fondatrici della AIQ “Associazione Italiana Quidditch”, della quale fa parte tuttora, partecipando attivamente a tutti gli eventi e competizioni nazionali.

Nel corso delle stagioni, la squadra ha scelto di allenarsi in diversi parchi della città, spostandosi da un quartiere all’altro e coinvolgendo ragazzi e ragazze di ogni età ed etnia. Da qualche tempo però, l’SPQR ha messo le radici nel Parco della Caffarella, polmone verde situato nel quadrante sud-est della Capitale.

Il nome del club incarna profondamente la storia della città eterna, creando un legame indissolubile tra Roma e la squadra. L’acronimo latino “Senatvs PopvlvsQve Romanvs”, è stato reinterpretato come “Società Professionistica Quidditch Roma”, ad attestare l’obbiettivo di contribuire ad un sempre maggiore sviluppo dello sport. Per ragioni legali, la squadra è ad oggi conosciuta come SPQR Quidditch Roma.

I colori sociali sono il giallo ed il rosso, che su divise da gioco sono spesso accompagnati da tinte grigio e nero. Dal 2018 i simboli del quidditch, come il boccino e la scopa, sono stati sostituiti nello stemma ufficiale dal profilo del volto di un legionario romano, ennesimo tributo alla Capitale d’Italia.


La nostra divisa